Ho sempre avuto un debole per gli anime, i manga, i film e i videogiochi. Spesso amo fantasticare su personaggi come Lamù, le guerriere Sailor e Fujiko. Ho una ragazza che non condivide queste mie passioni e tantomeno vuole partecipare alle mie fantasie sessuali. Vorrei fare tanto un gioco di ruolo con lei, travestiti da qualche anime, ma ha sempre negato. Continuo a giocare ai videogiochi e a fare tutto il resto ma con moderazione. Con lei guardo solo i film ma non animati perché dice che sono per ragazzini. Su questo punto di vista è davvero pesante ed è per questo che non mi applico. Domani si terrà il Comics tanto atteso e ho intenzione di partecipare a una gara di videogiochi sparatutto. Chiamo il mio migliore amico Francesco e ci organizziamo per domani. “Pronto per domani?” “Puoi dirlo forte! Ho finito il costume una settimana fa e non vedo l’ora di vincere la gara cosplay.” “Perfetto, io vorrei vincere quella dei videogiochi. Non fare troppe conquiste eh hahah” “Tranquillo mi divertirò anche per te fratello eheh” “ha ha a domani allora” “a domani”. Decido di andare a dormire ma prima mi masturbo sulla mia cara Lamù. Immagino che mi guarda con quei suoi occhioni, mentre si tocca sul bordo del mio letto e poi viene a giocare con me sotto le lenzuola. Amo troppo i capelli lunghi e colorati delle ragazze. L’afferro per le corna mentre me lo succhia forte e poi si mette a saltare sul mio cazzo eccitato fin quando non vengo. Ora si che posso dormire.

La sveglia suona alle 8:00 e io salto dal letto felice. Contatto i miei amici per accettarmi che siano svegli e mi butto sotto la doccia. Finalmente il grande giorno è arrivato. Indosso semplicemente una maglia e un pantalone nero e mi avvio alla stazione, dove incontrerò i ragazzi.

Sono le 9:30 e siamo giunti tutti in stazione. Non siamo i soli ad andare a questo evento e lo si capisce dai cosplayer. Le ragazze, come sempre, sono così carine. C’è una con il vestito di Sailor Mars, una vestita da Sakura di Naruto e un’altra con una mini-divisa scolastica giapponese. Se fossimo in un anime sicuramente mi sarebbe uscito il sangue dal naso. Arriva il treno e salendo notiamo altre persone con la stessa destinazione. Uh eccone un’altra vestita da Asuna. Si vede che l’abito è costosissimo perché è fatto davvero bene e con ottimi materiali. Adoro tutto questo. Arriviamo all’ingresso della fiera alle 10 e 30 dove facciamo una lunga fila per i biglietti fino alle 11. Finalmente entriamo elettrizzati. Ci fermiamo in diversi stand di videogiochi dove ci incantiamo a vedere le future uscite del nuovo anno. Non vedo l’ora di acquistarli e giocarci fino alla fine. Ogni tanto i miei amici vengono fermati per dei selfie grazie ai loro costumi meravigliosi. Oh guarda questo bocconcino… Una biondina seminuda che posa con loro. Che invidia! Francesco e Mattia mi guardano compiaciuti e mi mostrano in rubrica il numero della tipa.

– Oggi me la scopo fratello

Mi informa Francesco

– Buon per te, inizi bene.

Mi sorride e ci dividiamo. Lui va verso il palco per la gara insieme a Mattia e io vado a iscrivermi a quella dei videogiochi. Ovviamente lui sarà circondato da tante ragazze sexy con abiti succinti ed eccitanti mentre io sarò seduto e concentrato a lottare contro dei ragazzi. Ma dopotutto va bene così perché sono fidanzato. Mi iscrivo e vado alla mia postazione. Postazione numero 13, ottimo. Mi guardo intorno e noto che si sta riempiendo ogni postazione. Ci sono anche due ragazze ma non sono proprio il mio genere. Oh wow una figa assurda con i capelli azzurri si dirige verso di me. Ecco che si siede alla sedia accanto e io sbarro gli occhi e anche la bocca.

– Hey ciao è da tanto che giochi a questo videogame?

– Direi di si. Ci gioco praticamente da quando è uscito

Cazzo, ci gioca da più tempo di me.

– Oh bene…

– Sono anche piuttosto forte ed è per questo che mi trovo qui.

Quanto è figa e sa anche giocare ai videogiochi. Sarebbe proprio la mia ragazza ideale. Un sogno.

– Capisco…

– Se vinci mi offri da bere? Per festeggiare ovviamente

– Ma certo!

– Se vinco io ovviamente vale lo stesso

– E se vince qualcun altro?

– Ognuno paga per sé, ovvio eheh

Ottimo approccio ragazza. Cazzo ma perché sono fidanzato?! Vabbè dai sarà solo una birretta e via. Ci prepariamo e via! Iniziamo a competere. Tempo 10 minuti e rimaniamo in 20. Inizialmente eravamo 50 ma ovviamente più la cerchia si riduce e più diventa facile incontrare i giocatori migliori. Io sono tra questi e anche la ragazza accanto a me. La vittoria è di 500 euro da spendere in videogiochi e console. Non posso farmela sfuggire. Sono passati altri 10 minuti e siamo rimasti in 5. La ragazza è veramente fortissima, se fosse la mia ragazza sarei orgoglioso o addirittura geloso per la sua bellezza e bravura. Rimaniamo solo io e lei in gara e dopo poco mi uccide. Ecco qua. Dubitavo di una ragazza e mi son fatto fregare. Me lo sono meritato.

Lei esulta poi mi chiede di aspettarla. Si alza e va a ritirare il premio. Eccola che ritorna e mi dice:

– Piacere sono Kristal e sono una gamer professionista, questo premio è tuo, io ero solo un’infiltrata hahaha.

– C c coooosaaa?

Ora capisco perchè è così perfetta. Ritiro il premio e scattiamo una foto insieme.

– Comunque, ora devi offrirmi da bere eh!

Mi sorride e io approvo.

Andiamo al bar dove parliamo delle nostre passioni e della sua carriera fino a quando non mi squilla il cellulare. Mattia mi dice che Francesco ha fatto il terzo posto vincendo ugualmente un premio, mentre lui ha fatto il secondo posto. Grandi direi. Poi però mi ha accennato che sarebbero andati in giro con quella tipa e una sua amica. Bene io tanto sono di ottima compagnia tanto da dimenticarmi di essere fidanzato.

– Sai io amo le ragazze con i capelli colorati perché mi ricordano gli anime.

– Anch’io sai hahah ma anche tu sei molto bello anche se biondo. Poi hai questi occhi chiari che mi fanno impazzire.

– Anche i tuoi sono spettacolari. Tu sei spettacolare ma questo te lo diranno in 3000 ogni giorno.

– Si ma non è la stessa cosa. Vogliamo andare a provare gli abiti degli anime per poi farci fare foto? Ho il pass e posso farlo gratis.

– Certo che si!

Ci dirigiamo nel padiglione dei cosplayer e iniziamo a scegliere i costumi dei nostri personaggi preferiti. Io decido i vestiti femminili e lei quelli maschili. Entro nel camerino e mi cambio, ha scelto l’abito di Vegekou. Fortunatamente mi calza a pennello e quindi esco dallo stanzino fiero di me. Mi sento i suoi occhi addosso, molto desiderosi.

  • Mmmh bene, ora tocca a me!

Si morde le labbra e va a cambiarsi. Le ho scelto il costume di Lamù, sperando di non avere un’erezione instantanea. Eccola che esce e mio dio è proprio bona.

  • Wow ti sta una meraviglia
  • Grazie, siamo proprio belli, facciamoci un selfie
  • Certo!
  • Non qui! Entriamo in camerino che c’è lo specchio…

Entriamo e iniziamo a scattare diverse foto buffe fino a quando non inizia a farsi scattare foto un po’ più hot. L’ambiente si riscalda, siamo sempre più in intimità e io sento sempre più caldo. Rimane in topless e posa in modo sconcio mentre il mio cazzo diventa duro. Lei lo nota e mi si avvicina felice per tirarmelo fuori dai pantaloni.

  • Oh ma è bello grosso! Dimmi che è tutto per me.
  • Si, è tutto per te.

La ragazza inizia a sputarci sopra e a maneggiarmelo poi prosegue con la lingua e poi con la bocca. Non ci credo che il mio sogno erotico si sta finalmente avverando. Le mantengo i capelli e la palpeggio. Dopo poco mi siedo sulla panca e lei si siede su di me e inizia a saltare mentre le tocco le tette. In seguito, la sbatto al muro e la prendo in braccio e glielo spingo dentro ancora e ancora mentre lei trattiene i gemiti. Successivamente si mette a 90 con le mani sulla panca. Ha davvero un culo stupendo e delle tette belle sode che vedo allo specchio. La sua faccia esprime tutto il godimento e questo mi arrapa e mi soddisfa un botto. La penetro, le metto due dita in bocca che poi uso per toccarle il clitoride fin quando non viene. Al suo orgasmo non resisto più ed esco fuori per venirle sul culo. Lo rifarei altre 100 volte, con lei, vestiti così, qui o da qualsiasi altra parte. Ci diamo una sistemata e usciamo fuori alla ricerca di un bar. Ci sediamo a bere e a riposarci poi chiamo i ragazzi. Le spiego che sono fidanzato ma che resterà per sempre nei miei pensieri come la mia Lamù e che inizierò a guardare tutti i suoi video senza perdermene mai uno. Lei capisce, mi lascia il numero e va via. I ragazzi mi raggiungono e mi raccontano le loro vincite e conquiste, io resto sulle mie.

  • Cosa c’è che non va?

Mi dice Francesco

  • Nulla…
  • Non me la racconti giusta

Mattia si aggrega con il dire: – Secondo me ha scopato anche lui

  • Ha ha ha, lo sai che sono fidanzato
  •  Uhm… dettagli

Mi risponde insospettito

Prendiamo il treno e torniamo a casa. Di tutto questo non ne parlerò mai con nessuno o almeno per ora.

Mad Queen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.